iWatch e la temibile concorrenza di Android Wear

Per Apple deve essere stato un duro colpo assistere alla presentazione di Android Wear e del Motorola Moto360

Android-Wear

iPhone e iPad sono state due vere rivoluzioni, rispettivamente nel campo degli smartphone e dei tablet, Apple ha saputo innovare e reinventare due prodotti, grazie alla sapiente miscela di tre fondamentali ingredienti, hardware, software e design.

Tutti i produttori di dispositivi elettronici hanno impiegato alcuni anni per raggiungere il livello di Apple, che però è sempre rimasta un passo avanti rispetto alla concorrenza, grazie all'esperienza maturata negli anni precedenti e per il fatto di essere arrivata per prima a raggiungere certi risultati.

Non altrettanto sembra che stia per avvenire per quanto riguarda i dispositivi indossabili, soprattutto gli smartwatch, che a detta di molti diventeranno presto il prossimo indispensabile gadget, un giro d'affari miliardario con centinaia di milioni di dispositivi venduti.

Da tempo immemore si parla del cosiddetto iWatch e, se le varie indiscrezioni non ci ingannano, il 2014 dovrebbe essere finalmente l'anno del debutto dello smartwatch della Mela, tuttavia questa volta Apple potrebbe essere battuta sul tempo dalla concorrenza, che non è rimasta ferma a guardare.

Nel 2012 Patrick Gibson, un ingegnere del progetto iPad, affermò una controversa dichiarazione:


Google sta migliorando su quello che fa Apple più velocemente di quanto Apple stia migliorando su quello che fa Google, e questo è un problema per Apple.

La frase che all'epoca poteva sembrare sibillina, potrebbe trovare una conferma proprio nella guerra per il dominio del settore degli smartwatch.

Google una volta era solo un'azienda di servizi web, poi si è specializzata anche nel software e nei sistemi operativi, soprattutto con Android, infine è diventata anche un'azienda che produce hardware con l'acquisizione di Motorola.

Quello che mancava a Google era un'esperienza nel design industriale, ma la presentazione del nuovo Moto 360 con sistema operativo Android Wear sembra fugare ogni dubbio, mai prima d'ora era stato presentato uno smartwatch così ricco di funzionalità e dal design essenziale, classico e elegante, qualcosa che una volta solo Apple avrebbe saputo fare.

E' presto per dirlo, dobbiamo aspettare la presentazione ufficiale dell'iWatch, che non avverrà prima dell'estate, ma la sensazione è che Apple questa volta sarà costretta ad inseguire i concorrenti, persino sul piano del design.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: