Apple Care, in arrivo supporto chat a pagamento e nuovo sistema per le riparazioni

Apple ha in serbo per gli utenti nuove possibilità di supporto, anche fuori garanzia. Stanno per arrivare la chat a pagamento e un inedito sistema per prenotare e seguire le riparazioni.

chat-supporto-apple-a-pagamento

Secondo alcuni rumors comparsi di recente sul Web, sembra che Apple abbia intenzione di tariffare il supporto offerto via chat attraverso un nuovo modello di pagamento via Web in corso di sviluppo. Questa piccola rivoluzione dovrebbe arrivare durante la settimana, e dovrebbe consentire anche di programmare le riparazioni e ordinare i pezzi di ricambio online, laddove previsto.

Tra poco, non ci sarà sostanzialmente differenza tra chiamata telefonica e chiacchierata scritta, per coloro che godono ancora della garanzia di prodotto Apple, o dell'estensione Apple Care; basta visitare la pagina getsupport.apple.com e dare il via alle procedure, che fino ad oggi erano gratuite per tutti gli utenti in tutto il mondo. Si tratta tuttavia di una falla, per dir così, nei sistemi della mela, che consente di ottenere supporto tecnico di qualità a costo zero, ed ecco perché a Cupertino hanno deciso di chiudere il rubinetto: presto ogni intervento via chat sarà tariffato a 19$, con la possibilità di chiedere un'eccezione sulla tariffa in base a determinate condizioni.

Ovviamente, prima di lanciare il tutto in pompa magna, si è dovuto sviluppare una nuova piattaforma Web che consentisse di accettare pagamenti via chat e che proteggesse questo scambio di informazioni; pare che la cosa funzionerà così: si prenota l'assistenza, Apple invia un link via mail completare il pagamento, e all'ora convenuta si dà inizio alla sessione di chat.

Pare anche che saranno esentati coloro che hanno problemi con iCloud, e quanti (per esempio in seguito a un danno accidentale) chiedono solo di prendere un appuntamento al Genius Bar o di avere informazioni su queste tematiche. Non esiste ancora una data di lancio precisa per questo servizio, ma di sicuro se ne dovrebbe parlare entro pochissimi giorni, forse già domani.

  • shares
  • Mail