iPhone 6, supporto al Gigabit WiFi grazie al nuovo chip Broadcom?

Broadcom ha appena lanciato un chip Gigabit WiFi dedicato agli smartphone che ha tutte le carte in regola per finire incastonato in iPhone 6.

Broadcom ha appena annunciato il lancio di un nuovo SoC 5G Wi-Fi Multiple Input Multiple Output (MIMO) progettato per smartphone e in grado di portare la connettività 802.11ac sui telefoni di prossima generazione. E il salto su iPhone 6 è praticamente scontato.

Apple si avvale già dei prodotti Broadcom per i propri dispositivi mobili, e visto che il protocollo 802.11ac è già presente da tempo nei MacBook Air, nei MacBook Pro Retina, negli iMac e ovviamente negli accessori Airport, l'estensione su iPhone e iPad ha perfettamente senso.

MIMO è la tecnologia che consente di utilizzare antenne multiple in fase di ricezione e trasmissione per migliorare la velocità e la stabilità di trasferimento dei dati; Apple, per dire, l'ha già adottato con iPad Air e iPad mini Retina, ma col nuovo chip BCM4335 si raggiungerebbero velocità massime teoriche di 867 Mbps, ovvero circa 3 volte l'output massimo del protocollo 802.11n. Inoltre, grazie alla nuova tecnologia Transmit Beamforming di Broadcom, l'upload di foto e video migliorerà drasticamente anche nei casi di congestionamento del network:

Inoltre, la tecnologia Transmit Beamforming di Broadcom (TxBF) migliora ulteriormente le prestazioni negli ambienti affollati per le applicazioni che fanno pesantemente uso di dati. Gli upload di audio e video verso i siti di social network, per esempio, saranno il doppio più veloci durante gli eventi sportivi o i concerti.

Alcuni smartphone, tipo il Galaxy Note 3 di Samsung, già supportano 802.11ac, ma ad una velocità grossomodo dimezzata rispetto a quanto teoricamente possibile; inoltre, il BCM4354 migliora anche l'efficienza energetica di circa un 25%. Il che si traduce in parecchia autonomia in più.

  • shares
  • Mail