Windows 8.1, Microsoft taglia i prezzi delle licenze del 70% per competere con Apple

Per contrastare le mosse commerciali di Cupertino, Microsoft è pronta a tagliare del 70% i prezzi delle licenze di Windows.

Microsoft abbatterà del 70% il prezzo delle licenze che i produttori pagano alla società per poter installare Windows 8.1 sui propri tablet e computer. Si tratta di una contromossa resa necessaria dalle aggressive politiche di Apple e Google.

Lo spiega bene Bloomberg in un recente articolo, in cui si legge:

La fiera competizione da Apple e Google ha tagliato le entrate di Microsoft della divisione licensing consumer e dispositivi di Microsoft nell'ultimo trimestre fiscale, proprio mentre l'industria registrava il suo declino annuale peggiore. Incentivando i produttori di PC a vendere modelli più economici, Microsoft potrebbe essere in grado di aumentare il proprio share del crescente mercato dei tablet da 80 miliardi di dollari e pestare i piedi ai Chromebook, i notebook su cui gira il Sistema Operativo di Google.

windows8

Le condizioni appaiono decisamente più vantaggiose: 15$ per 8 licenze di Windows da preinstallare, purché i dispositivi di destinazione vengano venduti a meno di 250$. In precedenza, lo stesso pacchetto costava 50$, anche se diversi produttori riuscivano a scendere a 30 attraverso accordi e incentivi.

Il problema, tuttavia, non sarà di così semplice risoluzione. Il mercato dei PC e dei notebook tradizionali affonda, e la gente si sposta sempre più verso tablet e dispositivi leggeri, un ambito in cui Apple e Google spopolano da sempre. E questo spiega per quale ragione l'adozione di Windows 8 procede a passi molto più lenti rispetto a Windows 7.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: