OpenFirst: gli sviluppatori iPhone sono più ricchi e felici


Stando ad un sondaggio condotto da Open-First, grazie ad App Store, metà degli sviluppatori iPhone guadagna più di quanto originariamente sperato. In controtendenza rispetto a quelli Android, che invece lamentano un giro d'affari parecchio inferiore alle aspettative.

Ovviamente, c'è tempo e modo perché l'ago della bilancia si muova a sfavore di Cupertino; la stessa OpenFirst afferma che Marketplace è in continua evoluzione, e soprattutto gode di un'accelerazione che presto potrebbe ribaltare qualunque conclusione raggiunta sinora. Sui 110 sviluppatori coinvolti, comunque, pare che l'App Store piaccia molto più dell'equivalente androide, con il 78% di apprezzamenti e il 99% di fidelizzazione. Come dire, chi scrive applicazioni per iPhone, poi non smette più.

Di questi ultimi, tuttavia, il 28% esprime insoddisfazione per il suo lungo e incerto processo di approvazione tipico dello store con la mela, per l'assenza di una sezione dedicata agli adulti, e in generale per la difficoltà di raggiungere visibilità con app di nicchia in un contesto che premia soltanto la popolarità.

Sembra incredibile, ma il fatto che nell'Android Marketplace le cose vadano esattamente in modo opposto è comunque motivo di scontento. Se da una parte l'assenza di un controllo verticale da parte di Google rende la pubblicazione praticamente istantanea, d'altro canto contribuisce all'appiattimento dei contenuti e della qualità. Per di più, la predilezione per l'Open Source e per il software free del pubblico Android, e la generale tendenza all'abbassamento dei prezzi, rende ancora più difficile l'introduzione di app a pagamento.

Se non altro, nel calderone dei bazar del software che contempla anche Nokia, Blackberry e Microsoft, quanto a soddisfazione degli sviluppatori, Android si assicura un decoroso secondo posto. E di margini per migliorare ce ne sono ancora in abbondanza.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: