I cinesi comprano gli iPhone all'estero per rivenderli in Cina


Sono passati ormai alcuni mesi dal lancio ufficiale dell'iPhone 4 ma fuori dagli Apple Store le code per accaparrarsene uno non accennano a diminuire, siano esse in Italia a Londra o negli Stati Uniti.

Alcune file però sono più curiose di altre, come questa fotografata dal New York Times a SoHo, composta esclusivamente da persone di origine orientale che il più delle volte acquistano in contanti non uno, ma due iPhone 4, il quantitativo massimo permesso negli Apple Store.

Intervistate dal New York Times queste persone affermano di essere in coda per comprare l'iPhone 4 per un amico, ma la realtà è un po' diversa.

Gli iPhone vengono acquistati per 600 $, liberi dal contratto con AT&T, e vengono poi rivenduti ad alcuni negozi di elettronica di Chinatown per circa 750 $. Una fila al giorno fa quindi guadagnare quasi 300 $, l'equivalente della paga settimanale di un cameriere.

La cosa sorprendente è che questi iPhone vengono spediti in Cina e rivenduti a circa 1000 $, dopo essere stati sbloccati per essere utilizzati con i gestori di telefonia locali. In pratica, dopo aver fatto il giro del mondo, questi iPhone ritornano nel paese di origine, dove sono stati prodotti.

La Cina è un paese con forti contraddizioni, la maggior parte della popolazione non guadagna nemmeno in un anno la cifra necessaria ad acquistare un iPhone, ma le persone con un reddito paragonabile a quello dei paesi occidentali sono in rapida crescita e, pur rappresentando una piccolissima percentuale sulla popolazione totale, ammontano già a svariati milioni di individui.

Queste persone subiscono il fascino dei prodotti Apple in modo analogo a quanto avviene nel resto del mondo, facendo aumentare la domanda di iPhone sul mercato nero.

Il fenomeno però è destinato a ridimensionarsi a partire dal prossimo weekend quando l'iPhone 4 sarà ufficialmente in vendita anche in Cina.

[via nytimes]

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: