Apple difende la proprietà intellettuale dei connettori MagSafe contro Sanho

HyperMac per MacBook
Apple è in causa contro Sanho, il fabbricante dei prodotti HyperMac. Di questa disputa legale si sapeva relativamente poco, a parte che l'oggetto della contesa era l'uso che Sanho fa dei connettori MagSafe.

Ricordiamo che gli accessori HyperMac sono batterie esterne che si collegano ai connettori MagSafe dei MacBook e che permettono estendere l'autonomia dei laptop. Esistono anche versioni HyperMac di pack di batterie per iPod, iPad e iPhone.

Beninteso Apple non permette che si possano immettere sul mercato prodotti che facciano uso del suo procedimento esclusivo per i connettori MagSafe. Però questo caso è ambiguo, perché Sanho non propone volgari copie dei MagSafe, bensì prodotti basati su pezzi ufficiali fabbricati da Apple e in seguito riciclati.




L'uso dei connettori MagSafe rappresenta un danno per Apple. Secondo la casa di Cupertino, i prodotti HyperMac traggono vantaggio di una tecnologia proprietaria che non appartiene a Sanho. Non si tratta quindi di vendita di parti separate, ma di nuovi prodotti che includono pezzi originali Apple. Gli accessori HyperMac traggono beneficiano dalla ricerca di Apple e della sua proprietà intellettuale, creando una caso di concorrenza sleale.

HyperMac per iPadSanho propone anche batterie esterne HyperMac per iPod e iPad e che fanno uso del connettore dock di questi dispositivi. In questo caso la questione è più chiara, perché Apple richiede di firmare un accordo di licenza per la commercializzazione di accessori compatibili con il dock: dopo alcuni test e in cambio di una retribuzione, Apple garantisce la totale compatibilità fra gli apparecchi. Va detto che per i connettori MagSafe, un tale accordo non esiste.

Per la cronaca, Apple ha richiamato l'attenzione di Sanho mediante lettera a tre riprese, nei mesi di aprile, maggio e giugno 2010, senza ricevere risposta. Ora l'affare è nelle mani della Corte Distrettuale di Nord California.

  • shares
  • Mail