Le policy dell'App Store riportano il BASIC sull'emulatore del C64


Le nuove linee guida introdotte recentemente da Apple per l'approvazione delle applicazioni sull'App Store contengono molti divieti, ma liberano anche funzionalità finora precluse agli sviluppatori, come la possibilità di scrivere del codice direttamente dall'applicazione, purché questo non violi le suddette regole.

La celebre applicazione che emula il Commodore 64 sui dispositivi con iOS è stata prontamente aggiornata per ripristinare la funzionalità che permette agli utenti di scrivere direttamente il codice BASIC e farlo girare sull'emulatore insieme ai numerosi giochi inclusi nell'applicazione o acquistabili tramite l'in app purchase.

In effetti furono proprio i giochi a decretare negli anni '80 il successo del Commodore 64, utilizzato più come console che come computer, un po' lo stesso destino toccato in sorte all'iPod touch, nato come mediaplayer e diventato ormai leader tra le console portatili.

Apple ha già approvato la versione 2.0 dell'emulatore per il Commodore 64, chi lo aveva già scaricato può aggiornarlo gratuitamente, chi invece lo volesse acquistare può trovarlo sull'App Store a 3.99 €.

Scrivere un loop infinito utilizzando l'istruzione GOTO del linguaggio BASIC invece non ha prezzo.

  • shares
  • Mail