Apple cerca esperti per forgiare dispositivi in Liquidmetal


Dopo aver siglato un accordo d'esclusiva con Liquidmetal Technologies, l'azienda che detiene il brevetto per la produzione della particolare lega metallica amorfa, Apple è adesso alla ricerca di tre ingegneri che siano in grado di utilizzare questa tecnologia per realizzare i prossimi dispositivi della Mela.

Al momento sembra che Apple abbia utilizzato il Liquidmetal solo per la piccola ma robusta graffetta che serve ad espellere la SIM dall'iPhone o dall'iPad, ma le proprietà di questa lega metallica sono veramente incredibili e sono già state utilizzate in oggetti di ogni tipo, dagli articoli sportivi, come racchette, mazze da golf o sci fino alla componentistica spaziale, senza dimenticare gioielli ed orologi.

Il Liquidmetal appare alla vista come un metallo lucido, molto simile all'acciaio inossidabile, ma la sua struttura molecolare amorfa priva di reticolo cristallino ricorda quella del vetro. Questo "vetro metallico" riesce ad essere più rigido e quindi più elastico dell'acciaio e del titanio. Se provate ad esempio a piegare con le dita l'esile punta della graffetta in Liquidmetal vi renderete conto che occorre imprimere una notevole forza con il rischio di farvi male.

Dopo il salto trovate il video di un'esperimento condotto dalla Nasa in cui tre biglie d'acciaio vengono fatte cadere in altrettanti tubi, rispettivamente appoggiati su una lastra di acciaio, una lastra di Liquidmetal ed una lastra di titanio. Appena le biglie toccano la lastra cominciano a rimbalzare, ma sull'acciaio e sul titanio si fermano dopo una ventina di secondi, mentre sul Liquidmetal la biglia rimbalza per più di ottanta secondi.

[via appleinsider e gizmodo]

  • shares
  • Mail
31 commenti Aggiorna
Ordina: