L'evento live è solo per Mac Intel ed iOS


Una buona notizia e una cattiva. La prima è che l'evento di Apple di stasera sarà gratuitamente trasmesso in streaming in tempo reale per tutti gli utenti che desiderassero seguirlo; la cattiva è che il flusso sarà di fatto visionabile soltanto dai Mac Intel e dai dispositivi dotati di iOS.

Nella sezione dedicata ai contatti coi media sul sito Apple si legge (traduciamo per comodità):


Apple® trasmetterà il suo evento del 1 settembre online utilizzando lo stato dell'arte dei protocolli di trasmissione, vale a dire HTTP Live Streaming, che è basato su standard aperti. La visione richiede un Mac® con Safari® e Mac OS X versione 10.6 Snow Leopard, un iPhone® o un iPod touch® con iOS 3.0 o superiori, oppure un iPad™. Le trasmissioni live avranno inizio alle ore 10:00 a.m. del 1 settembre 2010 presso www.apple.com.

Il problema è che all'appello manca una fetta incredibilmente ampia dell'utenza Internet. Mancano gli utenti Windows, per i quali una versione di QuickTime X non è ancora stata rilasciata. E quanto alla questione degli standard aperti di HTTP Live Streaming, ci si fa ben poco se poi non esistono implementazioni software anche al di fuori della nostra piattaforma. Oltretutto, nonostante gli sforzi compiuti da Apple sin dal 2009 per far approvare il protocollo come standard universale presso l'Engineering Task Force (IETF), tale controversa tecnologia stenta a decollare al di là dell'ecosistema di Cupertino. E d'altro canto, non si può certo pretenderne una implementazione da competitor come Microsoft.

Certo, se Apple avesse predisposto uno stream alternativo basato sul vecchio ed inefficiente formato RTSP, avrebbe probabilmente fatto cosa gradita a parecchi, compresi i milioni di utenti PowerPC che non sono ancora passati a Safari su Mac OS X 10.6 (leggi, Mac Intel). Niente panico, però. Ci pensiamo noi di mela|blog a colmare la lacuna: appuntamento per il live streaming nostrano direttamente a questa pagina.

  • shares
  • Mail
39 commenti Aggiorna
Ordina: