Internet e bambini: i browser per piccoli su Mac

Kids BrowserIeri abbiamo imparato che anche gli Apple Geek si fidanzano. Ovviamente poi hanno anche dei bimbi, che educano subito alla cultura della Mela, vero? Ma al di là della passione e degli scherzi, sappiamo anche della necessità di tutelare i ragazzi, soprattutto quando usano il web. Se non vi basta la funzione censura di Safari, oggi mi sono imbattuto in alcune soluzioni particolarmente interessanti, che forse alcuni di voi conoscono già: KidsBrowser e BumperCar.


Prodotto da App4Mac, KidsBrowser è pensato proprio per i più piccoli. Prima di tutto permette ai genitori di impostare i comandi più semplici, oltre a tante skin che piaceranno ai bimbi. Ma questo non basta, ovviamente: mamma e papà possono sia scegliere un numero limitato di pagine, sia inserire dei filtri linguistici sulle url. Una volta avviata l’applicazione occupa tutto lo schermo, e non è possibile chiuderla senza password. Così i ragazzi non potranno aprire altre applicazioni, se non con l’aiuto dei genitori. E poi ci sono tanti suoni simpatici, che piacciono anche ad un grande come me… Ah, una cosa importante: per piccoli, ma pur sempre un browser con i fiocchi, perché si basa sullo stesso webkit di Safari. Lo acquistate a 29$.

Non male come prodotto no? Ma se continate a preferire Safari, per abituare subito i più piccoli ai veri prodotti Apple, App4Mac offre una soluzione altrettanto interessante: CutX. CutX è una plugin per Safari, che blocca la visualizzazione dei contenuti pornografici o violenti. Tra l’altro CutX è stata recentemente tradotta in italiano da Italiaware.

Ma passiamo a BumperCar, che nella versione 2.0 è stato riscritto sempre su webkit. Probabilmente questo browser è ancora più sicuro e avanzato di KidsBrowser, con tante funzioni aggiuntive. Infatti abbiamo una funzione di filtering, che forza l’uso del safesearch di Google. Poi possono essere bloccate le pagine contenenti parolacce (in genere in inglese, ma la lista è personalizzabile). Inoltre si può fare in modo che i ragazzi non possano digitare in alcun modo informazioni personali, come il loro nome o l’indirizzo. Anche qui abbiamo la possibilità di definire whitelist (selezione di siti affidabili) e blacklist (blocco linguistico di alcune url). Altra funzione decisamente importante è quella che consente di definire un numero massimo di ore da passare al computer (io direi di minuti, personalmente) e di bloccare il browser nelle ore del sonnellino. Il tutto, ancora una volta, impacchettato in una grafica giocosa e divertente. Costo: 29,95$.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: