Apple II: i sorgenti DOS pubblicati online dal Computer History Museum

Un pezzo di storia di Apple finisce online, grazie ai documenti su Apple II pubblicati dal Computer History Museum.

Con la benedizione di Apple, il Computer History Museum ha pubblicato online i sorgenti originali DOS di Apple II, realizzati insieme al dispositivo nel lontanissimo 1978. Si trattò a suo tempo del primo computer completamente assemblato e rivenduto dall'azienda di Cupertino, al prezzo di 1298 dollari per il modello base dotato di 4Kb di memoria. Preistoria.

Il post con cui il Computer History Museum ha annunciato la pubblicazione dei sorgenti, contiene anche la storia del contributo dato da Paul Laughton di Shepardson Microsystems, contattato da Steve Jobs nell'aprile del 1978, per realizzare un file manager, un'interfaccia BASIC e alcune utility, software che andò poi a gestire l'hardware assemblato da Steve Wozniak.

Come in altri casi nella sua storia al vertice di Apple, Steve Jobs costrinse Laughton e un vero e proprio tour de force, siglando l'accordo il 10 aprile 1978 per promettere 13.000 dollari alla consegna del 15 maggio dello stesso anno: praticamente un mese di tempo per realizzare l'"Apple II DOS version 3.1" distribuito poi da Apple a giugno agli utenti finali.

I documenti pubblicati oggi online contengono alcune scansioni che Paul Laughton ha conservato gelosamente negli ultimi 35 anni, permettendo così anche a noi di curiosare in un pezzo di storia di Apple.

Via | 9to5mac.com

  • shares
  • Mail