Vetro zaffiro per display leggeri e resistenti, grazie al taglio con ioni accelerati

I pannelli in vetro zaffiro possono ora essere creati a basso costo con una rivoluzionaria tecnica padroneggiata da un partner di Apple. Presto vedremo schermi per iPhone in vetro zaffiro?

Acceleratore di particelle di Twin Creeks

La GT Advanced, partner di Apple nella produzione di vetro zaffiro, dispone di un'avanzata tecnologia per il taglio di questo materiale tanto resistente. GT Advanced ha acquistato nel 2012 l'azienda Twin Creeks, che usa un acceleratore di ioni di idrogeno per tagliare in sottili lamine i pezzi di vetro zaffiro. Questo metodo è, di fatto, un'alternativa più economica e più precisa delle tradizionali tecniche di taglio usate nell'industria.

L'acceleratore di particelle di Twin Creeks bombarda i wafer di vetro zaffiro con ioni di idrogeno, si può leggere sul blog Extreme Tech, che poi vengono fatti espandere in una fornace e, nello stesso momento, staccano una lastra da 20 micrometri dalla superficie del wafer. Questa tecnica è applicata per la creazione di pannelli solari, ma l'acceleratore da 1 MeV costruito fa Twin Creeks e battezzato Hyperion 3 può essere usato con altri tipi di minerali e con il vetro zaffiro, usato per ricoprire la fotocamera posteriore dell’iPhone e dell’iPod touch di ultima generazione.

L'altro punto forte di questa tecnica è l'abbattimento dei costi. Sembra che la riduzione dell'uso di seghe e la produzioni di pannelli più sottili rendano il processo di lavorazione molto più economico: circa la metà dei costi di produzione in Cina attualmente.

Lamine sottili di vetro zaffiro potrebbero essere usate per coprire la scocca dei dispositivi Apple, un uso che era stato giudicato troppo costoso e poco fattibile da Corning, il produttore del famoso Gorilla Glass.

Un altro uso, per il quale ha depositato un brevetto chiamato "laminati di zaffiro" serie di brevetti pochi mesi fa, prevede l'uso di lamine di vetro zaffiro per lo schermo degli iPhone. Un pannello di vetro zaffiro si sovrappone a un altro pannello di vetro normale più economico per uno spessore di massimo un millimetro. Questa tecnologia permetterebbe di avere pannelli LCD molto resistenti, luminosi e leggeri, ma sopratutto, economici.

Via | Techcrunch

  • shares
  • Mail