Apple, "brand di maggior valore al mondo" nella classifica Forbes

Per il terzo anno di fila, Apple si aggiudica il primo posto nella classifica dei brand di maggior valore al mondo stilata da Forbes.

forbes-2013-apple

Nella prestigiosa classifica stilata da Forbes sui "marchi di maggior valore al mondo," Apple si è aggiudicata nuovamente la prima posizione. Ed è la terza volta di fila che accade, dal 2010.

Nella top-5 troviamo per lo più società legate all'high-tech, con Microsoft al secondo posto, IBM al quarto e Google al quinto; al secondo, curiosamente, resta ben salda Coca Cola; seguono, nell'ordine in cui le troviamo, McDonald's, General Electric, Intel, Samsung e Louis Vuitton in decima posizione. Tra le motivazioni del successo di Cupertino, Forbes scrive:

Apple Inc. (Apple) progetta, produce e vende lettori musicali digitali portatili, personal computer e dispositivi multimediali, oltreché una gran varietà di software collegati, servizi, periferiche, soluzioni di networking, oltre che app e contenuti di terze parti. I prodotti e servizi della società includono iPhone, iPad, Mac, iPod, Apple TV, un portfolio di applicazioni software consumer e professionali, i Sistemi Operativi iOS e OS X, iCloud e una varietà di accessori, servizi di assistenza e supporto. La società vende anche e distribuisce contenuti digitali e applicazioni attraverso iTunes Store, App Store, iBookstore e il Mac App Store. La società vende i suoi prodotti in tutto il mondo attraverso i propri negozi, i negozi online, attraverso la vendita diretta e indiretta coi carrier partner, coi rivenditori all'ingrosso e al dettaglio e coi rivenditori a valore aggiunto. A febbraio 20120, la società ha acquisto il motore di ricerca delle app Chomp.

A dire di Forbes, i punteggi sono calcolati con una formula che contempla non solo il valore delle azioni negli ultimi anni, ma anche il giro d'affari e altre variabili. Ciò determina un valore che si avvicina molto a quella che potremmo definire l'importanza del brand nella propria categoria. In questo caso specifico, sia Apple che Google e Samsung hanno beneficiato di crescite con percentuali a doppia cifra rispetto all'anno scorso, ma il +53% di Samsung e il +26% di Google non sono state sufficienti a colmare il +20% della mela; ed è curioso constatare che, per ottenere, lo scopo, Apple ha speso solo solo 1.100 milioni di dollari in di marketing contro i 4.398 milioni di Samsung. Google, coi suoi 772 milioni è quella che tra le tre ha speso meno.

  • shares
  • Mail