Gizmodo-Apple: emergono novità sul prototipo di iPhone 4G

Fotografie del prototipo di iPhone 4G

Ieri è stata rilasciata pubblicamente l'affidavit (dichiarazione scritta e giurata davanti ad un pubblico ufficiale) relativa alla causa legale tra Gizmodo ed Apple ad opera del giudice Clifford Cretan della contea di San Mateo in California. Il documento riporta dettagli interessanti circa l'intera vicenda.

Il giorno 19 aprile 2010, Steve Jobs contattò direttamente Brian Lam, responsabile di Gizmodo, chiedendogli di restituire al più presto il dispositivo. Lam rispose dal suo indirizzo di posta elettronica che avrebbe restituito il prototipo solo a condizione che Apple gli avesse fornito una lettera testimoniante l'autenticità del dispositivo.

Il documento, per giunta, rivela che Gizmodo ha davvero pagato la cifra di $5000 al giovane studente Brian Hogan, il ragazzo "che ha trovato o rubato il dispositivo".

"Dopo aver ricevuto il dispositivo, Jason Chen procedette al disassemblaggio, causandone il danneggiamento" continua il documento. "Chen creò diverse copie del prototipo sotto forma di fotografie e video, che furono poi successivamente pubblicate in rete attraverso la rivista web Gizmodo.com." Jason Chen è il nome del blogger che ha pubblicato le informazioni sul prototipo.

Tipicamente questi documenti rimangono segreti solo per 10 giorni al massimo, ma in questo caso il rilascio (previsto per il 23 aprile 2010), è stato bloccato direttamente dalla corte fino a ieri notte. Il giudice ha deciso ieri di rilasciarlo ritenendo che la pubblicazione del documento non compromettesse il proseguimento delle indagini.

[Via AppleInsider]

  • shares
  • Mail