Secondo Obama, iPad mistifica l'informazione e la rende una forma di intrattenimento


Fra il guardasigilli Alfano che cita le leggi iPhone alla mano, il presidente russo Dmitry Medvedev che lavora comodamente da iPad, uno dei pochi "statisti" (non storcete troppo il naso) che ancora non aveva espresso alcun pubblico endorsement della piattaforma iPhone/iPad era proprio il più ambito: Barack Obama.

Assenza tanto più sentita quanto più quanto il 44esimo Presidente degli Stati Uniti d'America è invece attento alle nuove tecnologie e ai social media. Non solo: Barack è per giunta utente Mac. Dunque, nessuna scusa. Eppure, da Blackberrista convinto, ha stupito il mondo ammettendo di non saper far funzionare un iPod, figuriamoci un iPhone. Obama ha problemi col multitouch o cosa?

Ma il giorno della verità è giunto. Giusto ieri, nel suo discorso alla Hampton University (Virginia), in occasione della consegna dei diplomi alla classe del 2010, Obama si è finalmente lasciato andare in un vero e proprio "outing". Il discorso intero dura 22 minuti, ed è disponibile dopo il continua. A noi interessa soprattutto una frase, che traduciamo:

"Con gli iPod, gli iPad, le PlayStation e le Xbox - nessuna delle quali cose io so usare - l'informazione diventa più una distrazione, una forma di diversione, di intrattenimento, piuttosto che uno strumento di crescita e di emancipazione. Tutto questo non solo mette pressione su di voi, ma la pone anche sul nostro paese e sulla nostra democrazia".

Non capisco cosa c'entrino le PlayStation e le Xbox con l'informazione, e perché Obama faccia una considerazione così grave su dei supporti che, di fatto, ammette di non solo di non usare, ma di non sapere come usare. Certo, Apple non gli farà una "telefonatina", ora, come ha da poco fatto con Ellen DeGeneres, ma il danno c'è. Sarebbe bastato dire, invece di iPod e iPad, "il consumo dei media in mobilità", ma non sarebbe mai suonato così accattivante.

  • shares
  • Mail
20 commenti Aggiorna
Ordina: