Adobe starebbe riscrivendo l'applicazione di Wired per iPad in Objective C

Wired per iPad riscritta in Objective C

Adobe è impegnata nella ri-scrittura dell'applicazione Wired per iPad per essere certa che possa essere approvata in App Store. Sebbene Conde Nast avesse precedentemente dichiarato di essere intenzionata a continuare l'uso dell'ambiente Flash per le proprie applicazioni malgrado il ban di Apple.

E' di poche ore fa la notizia secondo la quale Adobe stia semplicemente scrivendo l'applicazione direttamente in Objective C. Questo lavoro potrebbe anche portare ad un ulteriore effetto collaterale positivo: aiutare le altre riviste del circuito a sbarcare efficacemente su App Store con le loro rispettive applicazioni.

Nè Adobe né Conde Nast hanno ancora commentato la presunta notizia. L'editore aveva inizialmente puntato sulla tecnologia Flash proprio per minimizzare i costi di distribuzione e di pubblicazione sulle varie piattaforme. Una possibilità davvero molto ghiotta: pubblicare istantaneamente una nuova rivista con minime modifiche apportate ad un unico progetto ed automaticamente riverberabili su tutte le piattaforme.

Apple ha piuttosto esplicitamente scoraggiato l'uso di framework terzi di sviluppo, parzialmente proprio per questa ragione: evitare il proliferare di applicazioni inter-piattaforma "a minimo comune denominatore", che non trarrebbero vantaggio dalle caratteristiche esclusive di iPad ed iPhone.

[Via Electronista]

  • shares
  • Mail