Microsoft estende la sua offerta: adesso 200 dollari a chi permuta un iPhone

Negli USA, Microsoft rilancia sulla sua iniziativa: 200 dollari di permuta sul Surface RT a chi restituisce contestualmente un vecchio iPad oppure un iPhone.


Permuta di Microsoft per un prodotto Apple
Aggiornato da Ruthven, mercoledì 25 settembre 2013.

Microsoft rilancia! Per cercare di vendere i suoi tablet Surface ST, Microsoft offriva ben 200$ a chi permutava un iPad, ossia quasi 150€. Adesso l'offerta è stata estesa anche agli iPhone.

Forbes ha avuto notizia dell'estensione della campagna #timetoswitch di Microsoft agli iPhone. In pratica, nei Microsoft Store degli Stati Uniti e del Canada, i clienti si vedranno offrire una gift card di almeno 200$ in cambio di uno smartphone Apple usato, a patto che sia un iPhone 4S o iPhone 5. Gli addetti del negozio potrebbero decidere di offrire un buono sconto più alto se l'iPhone è in condizioni particolarmente buone. La gift card potrà essere spesa nello stesso negozio Microsoft.

Con questo sistema di permuta, Microsoft spera soffiare clienti ad Apple, fidelizzandoli a Windows Phone, così come la promozione di permuta degli iPad spera acquisire utenti per i tablet Surface. Non si hanno date di scadenza per la permuta degli iPhone, mentre sappiamo che la promozione sugli iPad in cambio dei Microsoft Surface durerà fino al durerà fino al 27 ottobre 2013.

Va detto che la piattaforma Windows Phone è stato un vero e proprio flop, sopratutto se comparata a giganti come Google e Apple. Una recente statistica di comScore su un periodo di tre mesi, da aprile a giugno 2013, ha sottolineato di quanto Android stia guadagnando mercato negli USA, con il 51,8% del market share, mentre l'iPhone di Apple è stabile al 40,4%; Blackberry totalizza 4,3% del mercato e Windows Phone al quarto posto con il 3%. Anche in Italiail quadro è desolante per Microsoft, ma non così male come Oltreoceano: Windows Phone ha il 7,8% del market share, contro il 70,7% di Android e il 16,4% di iOS.

In ogni modo, la china per Microsoft è lunga da risalire, ma bisogna dire che la casa di Redmond ce la sta mettendo tutta, dagli sconti alle alleanze strategiche con Nokia; anche se dobbiamo dire che 200$ non sono poi questa gran cifra per un iPhone 4S o 5, sopratutto se poi servono a comprare un telefono con su Windows come sistema operativo.

Microsoft, 200 dollari su Surface RT per la permuta dell'iPad


surfacert
Scritto da: Giacomo Martiradonna - venerdì 13 settembre 2013

Povera Microsoft, i suoi tablet proprio non piacciono agli utenti, evidentemente già soddisfatti dalla dualità iPad - Android. Ma la gravità della situazione non si evince né dal flop delle vendite (appena di 1,7 milioni di unità vendute in totale fino allo scorso luglio), né dal taglio da 900 milioni di dollari praticato alla divisione Surface di Redmond, e neppure dal recente taglio di prezzi per l'utente finale di tutti i tablet a catalogo. No, il polso della situazione è dato in realtà dalla decisione -un po' disperata- di offrire uno sconto di 200 dollari per ogni iPad consegnato al momento dell'acquisto del Surface.

Ciò in altre parole significa che negli Stati Uniti e in Canada è possibile entrare in un Microsoft Store e portarsi a casa il tablet entry level con appena 149$ di esborso. La pagina dedicata alla promozione afferma che durerà fino al 27 ottobre 2013. Le modalità di riscatto sono semplici:

Portate il vostro iPad 2, 3 o 4 ragionevolmente usato e ottenete almeno 200$ di gift card per il Microsoft Store.
Vorreste aggiornare il vostro tablet? Date un'occhiata al Surface RT o al Surface Pro.
Il rivoluzionario nuovo tablet costruito da Microsoft fornisce versioni touch di Word, Excel, PowerPoint e OneNote preinstallate. Prezzi a partire da 349$.

In realtà, a quel prezzo si acquista un Surface RT; il Surface Pro, invece, -cioè il "portatile in formato di tablet" capace di far girare anche i programmi Desktop di Windows- parte da 799 dollari e include un mese gratuito di Office 365.

Si tratta certamente di una politica commerciale piuttosto aggressiva, a questo punto volta principalmente a contenere i danni e svuotare i magazzini. Difficile, in tutta onestà, che possa infastidire la mela più di tanto, anche perché verso ottobre o giù di lì arrivano pure i nuovi iPad. E quindi il problema, per Microsoft, si ripresenterà perfino più grande di prima.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: