Coast per iPad, il nuovo browser Opera nato per i tablet

Opera lancia Coast, un nuovo browser progettato e creato esclusivamente per l'uso su tablet. Ecco i risultati della nostra prova su strada.

opera-coast

La software house svedese Opera ha lanciato un nuovo browser che intende rivoluzionare (ma non troppo) la navigazione su iPad rimuovendo barre degli strumenti, menu a tendina e pulsanti in favore di un'interfaccia molto snella, dinamica, simpatica e parecchio funzionale. L'applicazione, "il browser che avrebbe dovuto nascere assieme all'iPad," si chiama Coast ed è il prodotto di un anno e mezzo di ricerca e sviluppo presso il quartier generale di Oslo.

Uno scorrimento verso sinistra permette di prendere visione della pagina precedente, mentre uno verso destra permette di tornare a quella successiva; non esistono barre degli URL né tab, sostituiti da piccole miniature dei siti; e per chiuderne uno, basta "lanciarlo" verso l'alto.

Nel comunicato stampa diramato per dare la notizia, Opera scrive:

L'iPad è quasi privo di bottoni; perché non dovrebbero esserlo anche le app? Elementi come i pulsanti avanti e indietro non esistono più in Coast. Tutta la navigazione avviene nel modo più naturale possibile su iPad, come in qualunque altra buona app per iPad. Un pulsante singolo ti riporta alla home screen, e un altro mostra i siti che visitato recentemente. E questo è tutto quel che c'è da sapere sui pulsanti in Coast.
Quando utilizzi una navigazione basata su touch, i pulsanti più piccoli che funzionano su un normale computer non funzionano affatto bene sui tablet. Non è una questione di ingrandire gli elementi esistenti; si tratta di creare un design interessante e sgombro.
Cose essenziali come la sicurezza dei siti Web sono gestiti in background, con avvisi che è impossibile ignorare quando avviene l'accesso a siti sospetti.

Tutte le informazioni relative alla sicurezza di una pagina, infatti, sono disponibili sulla piccola icona a "i" posta sulla sinistra del relativo thumbnail.

A differenza del precedente browser, Opera mini, Coast consiste sostanzialmente in un'interfaccia grafica e poco più, visto che il motore di rendering predefinito resta l'implementazione Apple di WebKit incastonata nelle fondamenta di iOS. Le versioni per Android e iPhone, a quanto pare, arriveranno tra qualche tempo.

Se vi va di sperimentare un po' il tutto, non dovete fare altro che scaricare gratuitamente Coast da questa pagina dell'App Store. Un buon modo per ingannare il tempo in attesa che si facciano le 7:00 e inizi finalmente l'evento Apple sui nuovi iPhone. A tra poco.

  • shares
  • Mail