Il cloud computing di Apple offrirà anche film e serie Tv?

apple e cloud compuntig: streaming musicale e video

L'interesse di Apple per futuri servizi basati sul cloud computing non sembra arrestarsi. Nei giorni scorsi, alcuni rappresentanti di Cupertino hanno discusso con alcune delle principali major cinematografiche sull'idea di permettere agli utenti iTunes di archiviare i contenuti acquistati sui server della società, stando a quanto CNET riporta.

Oltre alla possibilità di offrire un servizio di streaming musicale, Apple punterebbe dunque anche ad allargare l'offerta sulla "nuvola" permettendo l'archiviazione di film e programmi televisivi acquistati tramite iTunes Store e la loro completa fruizione da qualsiasi dispositivo connesso ad Internet.

Anche se non giungono commenti ufficiali su tali indiscrezioni da parte di Apple, analisti ed esperti non fanno mancare le proprie speculazioni.

Alcuni sostengono che tale scelta, quella cioè di offrire un servizio di contenuti musicali e video in versione cloud da parte di Apple, è da intendere come un tentativo per risollevare i rispettivi mercati di riferimento che non vivono momenti felici in questi ultimi anni. Altri ancora pensano alla possibilità di un generico modello di streaming relativamente a contenuti multimediali regolarmente acquistati su qualsiasi dispositivo connesso.

Gruber, dal canto suo, propone 2 alternative: tale servizio cloud è da intendersi come un sistema di backup e sync specifico per contenuti multimediali che Apple offrirà in futuro oppure come strumento che andrà a soppiantare definitivamente l'archiviazione fisica dei file.

Quale sia il futuro che ci attende, comunque, non è probabilmente qualcosa a cui assisteremo nell'immediato, un po' per le difficoltà nell'implementazione tecnica, un po' perché le major sembrano parecchio più restie che in passato ad affidarsi completamente ad Apple per la diffusione digitale dei propri contenuti. E noi italiani possiamo stare tranquilli poiché sarà una cosa che non ci toccherà nell'immediato e nemmeno nel prossimo futuro, ma soltanto un giorno, quando a Cupertino permetteranno anche a noi di acquistare programmi televisivi dal loro store online.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: