I core business di Apple, Google, Microsoft e Yahoo


Nick Bilton del New York Times ha realizzato un'interessante confronto tra i quattro big del software e dei servizi on-line: Apple, Google, Microsoft e Yahoo.

In questa scheda Bilton ha elencato i vari prodotti che le quattro compagnie offrono agli utenti di tutto il mondo, mettendo in luce differenze e similitudini dei rispettivi core business.

Come si può vedere, Microsoft risulta presente in tutti i settori, l'unico territorio inesplorato per la casa di Redmond è quello degli smartphone, ma recentemente alcune indiscrezioni sono tornate a parlare del cosiddetto Pink una sorta di Zune con capacità telefoniche.

All'estremo opposto Yahoo risulta attiva solo nei servizi on-line, lasciando totalmente scoperto il settore hardware con i relativi sistemi operativi e browser.

Google, invece, prosegue la sua inarrestabile cavalcata e dopo aver lanciato il sistema operativo Android e lo smartphone Nexus One si appresta ad invadere anche il settore dei netbook/tablet con un proprio dispositivo dotato del sistema operativo Chrome OS.

Come sappiamo, la progressiva sovrapposizione tra i businness di Google e quelli di Apple sta mettendo alla prova un sodalizio che durava da diversi anni, al punto che alcune indiscrezioni prevedono l'adozione di Bing, il motore di ricerca Microsoft, nella prossima release di iPhone OS.

Guardando la scheda non si può far a meno di notare come i business di Apple e Yahoo siano praticamente complementari, un'eventuale accordo tra le due aziende, permetterebbe ad Apple di competere ad armi pari contro Google e Microsoft nei servizi on-line.

A quel punto mancherebbe solo il dispositivo dedicato al mondo dei videogame, ma Apple potrebbe stupirci presto, molto presto.

  • shares
  • +1
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: