iOS 7 avrà una maggiore integrazione con Yahoo!

Apple spinge in iOS 7 una maggiore integrazione con i suoi partner commerciali. Nelle pieghe del codice di iOS 7 sono state trovate finora le prove di una più profonda integrazione con LinkedIn e Yahoo!. Non è chiaro tuttavia se le feature saranno lì per il gran debutto.

apple-ios-7

Al debutto dell'iPhone, Apple aveva stretto alleanza con due aziende chiave per fornire servizi agli utenti: Google e Yahoo!. Sono passati vari anni e Apple si dirige verso altri nuovi partner, mantenendo alcuni dei vecchi. Google è ormai un aspro competitore da anni, mentre l'integrazione con Yahoo! continua silenziosamente a crescere.

Si afferma che l'integrazione dei servizi di Yahoo! in iOS7 sarà più profonda che mai. Da quanto si è saputo, dalla data del rilascio ad oggi, iOS 7 offre almeno due cambiamenti in applicazioni chiave: una nuova app del Tempo e il supporto a Flickr, il servizio di hosting fotografico di Yahoo!.

La nuova app nativa del Meteo, curata da Yahoo!, è testimone della stretta collaborazione con Apple. Yahoo! ha ridisegnato l'app, adattandola al look & feel del nuovo sistema operativo mobile, non accontentandosi semplicemente di fornire i dati delle previsioni del tempo ad Apple. non ci credete? Andate a controllare l'app gratuita del Meteo attualmente sull'App Store (link diretto), aggiornata da Yahoo! nel mese di aprile.

Yahoo! Meteo app per iOS 7
Yahoo! Meteo app per iOS 7
Yahoo! Meteo app per iOS 7
Yahoo! Meteo app per iOS 7
Yahoo! Meteo app per iOS 7

iOS 7, Apple testa l'integrazione profonda con LinkedIn


Scritto da: Giacomo Martiradonna - mercoledì 19 giugno 2013

Sapevamo già che Apple stava lavorando alacremente per estendere le opzioni di condivisione di iOS ad un numero maggiore di servizi social di terze parti come Vimeo e Flickr e Tencent Weibo, ma a quanto pare la storia non finisce qui. A giudicare dai riferimenti scovati nel codice di iOS 7 Beta, infatti, pare che a Cupertino stiano sperimentando una profonda integrazione anche con LinkedIn. Ciò suggerisce che in futuro gli utenti potranno pubblicare post e link sul proprio account in modo diretto, senza effettuare log-in multipli, né più né meno come avviene già oggi per Facebook e Twitter.

La scoperta la dobbiamo a Hamza Sood, lo stesso hacker che ha svelato le opzioni e funzionalità nascoste di iOS 7. A suo dire, le stringhe e il codice relativi a LinkedIn non sono completi; in altre parole, mancherebbero componenti fondamentali per renderlo funzionante, il che spiega per quale ragione non compaia tra le impostazioni accessibili agli utenti.

Non è chiaro allo stato attuale se Apple abbia intenzione di proseguire con lo sviluppo o se invece ci troviamo di fronte alle vestigia di un esperimento andato male, e dunque abbandonato. Dopotutto, non sarebbe neppure la prima volta. Come ricorda correttamente 9to5Mac, nel 2010 Apple estirpò d'ufficio il supporto a Facebook in iOS 4, e non lo ripropose fino al 2012 con iOS 6, quando fu raggiunto un accordo economico col portalone blu.

Ma forse il contratto esista già. Dopotutto, già al WWDC 2013 Apple e LinkedIn avevano annunciato una partnership strategica di questo tipo per OS X Mavericks, con tanto di pulsanti di condivisione in Safari, integrazione nel Centro Notifiche e una presenza nei Link Condivisi di Safari. L'approdo su iOS, a questo punto, appare l'unica mossa logica.

  • shares
  • +1
  • Mail