NPD su consegne iMac: la colpa dei ritardi è della domanda, non dei difetti


La sensazione che si ha consultando il thread dedicato sul sito del supporto Apple è che i ritardi nelle consegne dei nuovi iMac siano dovuti principalmente ai problemi che sembrano affliggere i modelli da 27". Ma attenzione, avvisano gli analisti, sfarfallii e danneggiamenti non c'entrano nulla: la colpa dei ritardi è tutta dell'enorme domanda del mercato.

Secondo Stephen Baker di NPD Group, le vendite dei Mac di classe Desktop (compreso il Mac mini) a novembre avrebbero segnato un inaspettato +74% rispetto al medesimo periodo dell'anno scorso. Un incremento di tale portata - giunto nonostante le sconfortanti segnalazioni di guasto riportate dagli utenti - avrebbe di fatto scombussolato i piani di Cupertino e causato diversi problemi logistici:


Non sorprende che Apple avrebbe avuto problemi a fornirli [gli iMac]. Probabilmente non si aspettavano di venderne tanti neppure nei loro sogni più proibiti.

La stima, secondo Gene Munster, è che Apple venda dai 2,9 ai 3 milioni di Mac solo nell'ultimo trimestre fiscale, metà dei quali nel solo mese di Dicembre. Interrogata sui ritardi, Apple si è scusata affermando che l'iMac è stato semplicemente un "enorme successo".

  • shares
  • Mail
25 commenti Aggiorna
Ordina: